Una foto al giorno

   

 

Per la legge sulla tutela della privacy, le parole che leggerete dopo sono parole al vento, sono pie illusioni. Ho lasciato solo un pò di foto, le più indolori, per non gettare tutto il lavoro fatto.


    Ho visto nel film "Smoke", di Wayne Wang, con William Hurt e Harvey Keytel, che il personaggio interpretato da Harvey Keitel scattava alle 8 del mattino una fotografia di quello che avveniva fuori della sua tabaccheria, situata a New York tra la 3^ e la 7^ strada, tutti i giorni e in tutte le stagioni senza fare mai vacanze. Dopo molti anni si ritrovava con l'avere circa quattromila scatti (circa dieci anni).

    Vedendo questo film, mi é venuta voglia di fare qualcosa del genere e di creare una apposita sezione del mio sito, individuando tra l'altro il posto dove scattare le (molte) fotografie (digitali) necessarie e l'ora. Le fotografie ovviamente le ho scattate a Roma, all'incrocio tra la via Tuscolana e via Lucio Sestio, nei pressi della mia abitazione a Cinecittà e sempre con la medesima inquadratura (anche se qualche volta la cambio, per rompere un pò la monotonia). Certo Cinecittà non é New York, le strade non sono numerate ma hanno nomi di antichi romani, però qualcosa succede anche lì. Conto di scattare almeno duecento foto l'anno (la prima l'ho scattata l'8 agosto 2004) e di andare avanti almeno per un anno. Anche l'ora avrebbe la sua importanza, e l'ora che ho individuato per scattare é tra le 11 e le 12. Quando mi é possibile scatto a quell'ora, ma da subito ho capito che quell'ora ben difficilmente la posso rispettare. Logicamente anche in periodi di ferie o di cause di forza maggiore, fotografie non ne ho scattate e non ne potrò scattare. Nei giorni di lavoro poi le fotografie per forza di cose, sono state e saranno scattate nel tardo pomeriggio, che in inverno é notte.

    Starò diventando matto? Sembrerebbe di sì; con gli anni che ho e con quello che ho, potrei farne a meno di scattare tante fotografie e fare cose molto più utili e importanti, però mi riprometto che troverò dieci minuti al giorno per scattare una foto almeno per un anno: non dimentichiamo poi che esiste un vecchio proverbio che dice che una fotografia al giorno leva il medico di torno... o sbaglio?

Ruggero Corvasce



Chiudi/close


© Ruggero Corvasce

Ultima modifica 12/02/2005